progetto “Flash di legalità”

Articolazione dell’Offerta educativa/formativa

Il progetto “Flash di legalità” intende entrare nel mondo delle micro illegalità, cercando di rilevare quanto tale fenomeno incide nella vita dei bambini e adolescenti coinvolti e quanto condizioni il loro modo di relazionarsi.

Questo progetto vuole fornire metodologie efficaci per sviluppare positivamente e creativamente i rapporti interpersonali e diffondere così a livello sociale il patrimonio della non violenza, della tolleranza e della legalità. Consolidare dunque abitudini attive di crescita e di confronto per riuscire ad attivare, proprio nella scuola, e sul territorio un vero e proprio processo di mobilitazione in grado di far “incrociare” le tematiche disciplinari tradizionali con percorsi e strumenti di formazione innovativi, grazie ai quali diventa possibile fronteggiare sin dall’inizio la comparsa della violenza, del disagio sociale e dell’isolamento.

Obiettivi specifici:

  • Una comunità accogliente per il diritto ad una piena cittadinanza attiva: una comunità educante che nel suo insieme sia pronta a farsi carico di un impegno inderogabile di sviluppo di condizioni di crescita e maturazione in un ambiente sociale sano, offrendo ai soggetti coinvolti una rete di intelligenze e competenze che li affianca, sostiene e accompagna nella costruzione di una prospettiva di vita.
  • La valorizzazione delle competenze: Pensare a progetti o processi per bambini e adolescenti e giovani, implica una strategia orientata a sviluppare le loro risorse potenziali. Al di là di ogni singolo progetto occorre condividere un orizzonte culturale che veda i giovani come degni di fiducia, cittadini a pieno titolo dotati di risorse, anche progettuali in grado cioè di attivarsi per promuovere benessere per sé e per la comunità. A questo concetto si collegano i costrutti di empowerment e autoefficacia: processi che mettono il soggetto in grado di recuperare il sentimento del proprio valore, la padronanza della propria vita, il controllo del proprio ambiente di vita a partire da una rielaborazione della propria condizione di debolezza, alienazione, mancanza di potere, perdita di speranza approdando a una condizione di fiducia in sé e desiderio di cambiamento.
  • Aiutare i soggetti coinvolti a sperimentarsi come cittadini attivi nell’interesse proprio e degli altri, nelle decisioni che li riguardano e negli ambiti di vita dove sviluppano le loro esperienze (dalla scuola al quartiere, alle associazioni, ai centri di aggregazione), nell’assunzione di responsabilità e facendo i conti con limiti e regole e con la necessità di negoziare, co-decidere e co-gestire con gli adulti;
  • Sviluppare la proattività dei soggetti coinvolti attraverso il miglioramento delle competenze personali, promuovendo l’autostima e la capacità di scelta: la c.d. “etica della responsabilità del sé”;
  • Sviluppare in modo permanente alcune capacità fondamentali, come la coscienza delle proprie azioni, la capacità di riflettere e apprendere da ciò che si vive, la disponibilità al confronto e al cambiamento, consapevoli che le capacità crescono solo se si utilizzano in un contesto che funzioni da “prova” e da “sfida” e che prepara ad affrontare situazioni sempre più complesse;
  • Stimolare percorsi di crescita e di potenziamento dell’autonomia individuale: rispecchiare, tenere a mente, sostenere, facilitare i processi d’integrazione, di simbolizzazione per la costruzione di un’identità personale e sociale;
  • Costruire un progetto riguardo alle scelte future, promuovere l’esercizio di un’azione trasformativa sul mondo per realizzare pienamente un’espansione di sé evitando l’eternizzazione del presente;
foto1

Il progetto si articola in tre azioni:

Le attività sono realizzate a cura della Scacco Matto Società Cooperativa Sociale che mettono a disposizione uno o due esperti per ogni laboratorio; le istituzioni scolastiche, invece, mettono a disposizione un docente tutor ed il personale non docente per il controllo dei locali.

Le ore saranno ripartite in incontri di 2, 3 o 4 ore, settimanali o mensili a seconda dell’azione, salvo recuperi, secondo un calendario che verrà proposto dalla Scacco Matto e concordato con le scuole. L’orario consigliato sarà subito dopo la fine delle lezioni.

Privacy e cookie: Questo sito utilizza cookie. Continuando a utilizzare questo sito web, si accetta l’utilizzo dei cookie. Per ulteriori informazioni, anche su controllo dei cookie, leggi la nostra privacy policy